Italiano

TESSERA ELETTORALE

La tessera elettorale è il documento permanente che ha sostituito, dal marzo 2001, il vecchio certificato elettorale; dovrà essere conservata con cura per poter esercitare il diritto di voto in occasione di ogni elezione o referendum e potrà svolgere la stessa funzione per diciotto consultazioni elettorali o referendarie; inoltre, è indispensabile per ottenere le agevolazioni sul costo dei biglietti di viaggio che vengono concesse agli interessati, anche se provenienti dall'estero, in occasione delle votazioni.

La tessera elettorale viene rilasciata dal Comune di residenza in occasione delle revisioni elettorali. È il documento che permette l'esercizio del diritto di voto e che attesta la regolare iscrizione del cittadino nelle liste elettorali del comune di residenza. E' contrassegnata da una serie e da un numero e contiene i dati anagrafici del titolare, il luogo di residenza, nonché il numero e la sede della sezione alla quale l'elettore è assegnato; è idonea a certificare l'avvenuta partecipazione al voto nelle singole consultazioni elettorali; le modalità di rilascio e di eventuale rinnovo della tessera sono definite in modo da garantire la consegna della stessa nel rispetto dei principi generali in materia di tutela della riservatezza personale.

La tessera elettorale deve essere aggiornata o sostituita in caso di variazione dei dati o delle indicazioni contenute nella tessera dovuti a: rettifica delle generalità, trasferimento di residenza, variazioni d'ufficio relative a chiusure o spostamenti di sedi di seggio. Gli aggiornamenti vengono effettuati direttamente dall'Ufficio Elettorale che successivamente, in occasione della prima emissione utile, provvederà ad inviare a domicilio la nuova tessera.

L’elettore potrà richiedere il duplicato presso l'ufficio elettorale compilando una apposita dichiarazione su moduli predisposti: a) in caso di deterioramento della tessera, con conseguente inutilizzabilità, previa restituzione dell'originale deteriorato; b) in caso di smarrimento con dichiarazione di smarrimento, o di denuncia all'autorità di Pubblica Sicurezza; c) in caso di furto previa denuncia ai competenti uffici di Pubblica Sicurezza.

Nel caso di esaurimento degli spazi, l'elettore potrà richiedere il rilascio di una nuova tessera allegando od esibendo all'uffico elettorale la precedente tessera elettorale.

Dal febbraio 2003, una nuova normativa prevede la possibilità, per gli elettori che non sono in grado di esprimere autonomamente il loro voto, (per impedimenti fisici quali cecità, amputazione delle mani, paralisi o altro impedimento di analoga gravità) di far apporre sulla tessera elettorale in loro possesso, un apposito timbro che li autorizza ad essere accompagnati nella cabina elettorale da persona di loro fiducia. Questa persona può essere un elettore di un qualsiasi Comune della Repubblica. La richiesta di apposizione del timbro deve essere corredata da apposita documentazione sanitaria. Chi ne fosse sprovvisto deve rivolgersi alla locale Azienda per i servizi sanitari.

In occasione di tutte le consultazioni elettorali o referendarie i detenuti presso le case circondariali ed i degenti in ospedali e case di cura possono essere ammessi a votare nel luogo di ricovero o restrizione esclusivamente previa esibizione della tessera elettorale rilasciata dal Comune di iscrizione e dell'attestazione rilasciata dal Sindaco concernente l'autorizzazione a votare nel luogo di ricovero; se sprovvisti di tali documenti non potranno essere ammessi all'esercizio del voto.