Italiano

Assegno di Maternità

Con la legge 448/98 (collegato alla finanziaria del 99) sono stati introdotti alcuni benefici, volti al sostegno delle famiglie numerose e della maternità. L'importo dell'assegno di maternità, attualmente è pari a L. 500.000 mensili per cinque mensilità (per le nascite avvenute entro il 31 dicembre 2000 l'importo dell'assegno è di L. 300.000 mensili). Con la legge finanziaria del 2000 (L. 488 del 23.12.99) l'assegno è stato esteso dal 1°luglio 2000, anche alle donne residenti comunitarie, extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno e alle mamme che hanno adottato o hanno in affidamento preadottivo un bambino.

Chi puo' fare la richiesta

La richiesta deve essere presentata dalle donne residenti a Villa Vicentina, cittadine italiane o comunitarie o extracomunitarie in possesso di carta di soggiorno che hanno partorito o hanno adottato o ricevuto in affidamento preadottivo un bambino e che sono in possesso dei seguenti requisiti:

 

  • non avere copertura previdenziale (quindi essere casalinghe o disoccupate), oppure avere una copertura previdenziale inferiore a L. 500.000 (L.300.000 per le nascite avvenute entro il 31 dicembre 2000), in questo caso l'importo dell'assegno sarà corrispondente alla differenza fino a raggiungere L. 500.000 (L.300.000 per le nascite avvenute entro il 31 dicembre 2000);
  • non beneficiare dell'assegno di maternità di competenza dell'INPS con riferimento ai parti, alle adozioni o agli affidamenti pre-adottivi intervenuti successivamenteal 1° luglio 2000 in base alla legge 488/99;
  • essere in possesso di risorse economiche familiari, calcolate in base all'indicatore della situazione economica (ISE) non superiori a L. 52.120.800 (per le famiglie con 3 componenti).

Quando fare la richiesta

La richiesta deve essere presentata entro 6 mesi dalla data del parto o dalla data di ingresso del bambino nella famiglia per i casi di adozione o affidamento pre adottivo.

Dove andare e Cosa presentare

Occorre rivolgersi all'Ufficio Servizi Sociali del Comune per avere i modelli di domanda e di dichiarazione sostitutiva della condizione economica del nucleo familiare (disponibili anche on-line).

Per la compilazione della dichiarazione delle condizioni economiche del nucleo familiare secondo l'ISE occorre

 

  • Codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • Ammontare del reddito di ciascuno dei componenti il nucleo familiare;
  • Consistenza del patrimonio mobiliare ed immobiliare del nucleo familiare;
  • Categoria catastale dell'immobile ad uso abitativo del nucleo familiare.


Carta di soggiorno
In base all'art. 9 del D.Lgs 286/98 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), la carta di soggiorno è rilasciata dalla Questura, su richiesta:

allo straniero (per sè, per il coniuge e per i figli minori conviventi) regolarmente soggiornante nel territorio dello Stato da almeno 5 anni, titolare di un permesso di soggiorno per un motivo che consente un numero indeterminato di rinnovi, il quale dimostri di avere un reddito sufficiente per il sostentamento proprio e dei familiari. La carta di soggiorno è a tempo determinato;

allo straniero coniuge o figlio minore o genitore conviventi di un cittadino italiano o di cittadino di uno Stato dell'Unione Europea residente in Italia.

Note

Al pagamento dell'assegno provvede l'INPS.

Norme di riferimento

 

  • L.448/98 artt. 65/66;
  • L. 488/99 art.49
  • D.M. 21.7.99
  • D.M. 29.8.99
  • D.M. 21.12.2000 (pubblicato su G.U. il 6 aprile 2000)